06/12/2014 Patrizia Rinaldi presenta Attilio Veraldi

Avagliano Editore

Patrizia Rinaldi autrice, vive e lavora a Napoli. È laureata in Filosofia e si è specializzata in scrittura teatrale con Francesco Silvestri. Ha partecipato a progetti didattici diretti da Maria Franco presso l'Istituto Penale Minorile di Nisida, cura incontri di lettura e scrittura per ragazzi. [Leggi...] http://patriziarinaldi.altervista.org

Attilio Veraldi
autore, (Napoli 1925 - Montecarlo 1999) è considerato il padre del giallo italiano. Ha tradotto da lingue scandinave e dall'americano più di cento libri tra i quali 'La casa con l'orologio nelle pareti' di John Bellairs, illustrato da Edward Gorey, romanzo gotico per ragazzi edito da Happyplanetbooks e ha pubblicato i seguenti romanzi: La mazzetta (1976), Uomo di conseguenza (1978), Il vomerese (1980), Naso di cane (1982), L'amica degli amici (1984), Donna da Quirinale (1990, in collaborazione con Guido Almansi), Scicco (1991) e L'ombra dell'avventura (1992).

In edizione Avagliano: Naso di cane (1999 "I Tornesi", 2003 "Tascabili Avagliano"), La mazzetta (2001 "I Tornesi", 2003 "Tascabili Avagliano"), Uomo di conseguenza (2002 "I Tornesi", 2003 "Tascabili Avagliano"), L'amica degli amici (2003) e Il Vomerese (2004).

------------------------------------------

LA MAZZETTA
Una Napoli in salsa californiana, ma autunnale e cementizia; una catena di morti ammazzati con strumenti rudimentali; un intreccio di affari sporchi e di drammi familiari. La mazzetta è il primo esempio di narrativa hard-boiled ambientata da noi: 'il più bel giallo italiano che abbia mai letto', nella definizione di Oreste Del Buono.

Traduttore giramondo, Attilio Veraldi innesta Chandler e Hammet nella grande tradizione napoletana che va da Basile a Domenico Rea, e inventa un'originale figura di detective: un commercialista di trent'anni, Sasà Iovine, che si accontenta di aggiustare faccende per gli uomini più potenti della città, e insegue anche lui il miraggio della 'mazzetta'. Nessuno è innocente, nel romanzo di Veraldi. La sua intatta capacità di coinvolgere il lettore nasce da un intreccio impeccabile e da una divertita osservazione della realtà.

------------------------------------------

UOMO DI CONSEGUENZA
La mazzetta segnò l'esordio alla ribalta della narrativa nazionale di una strana figura di commercialista-detective, Sasà Iovine, disposto a far tutto o quasi, sino a un certo limite, per i soldi, e pronto ad andare incontro ad ogni sorta di guai. In questo Uomo di conseguenza, egli si trova coinvolto in una vicenda ancora più scabrosa e irta di pericoli, quando la richiesta di prestare il proprio nome per un traffico clandestino di quadri e di valuta è subito seguita da lampi di pistole e tuoni di spari. E a questo punto tutto precipita, scagliando il nostro eroe in una ridda di agguati e delitti, misteri e passioni proibite.

Nel delineare le sue peripezie Attilio Veraldi si dimostra narratore, in tutto degno, quale affiliato napoletano, della californiana scuola dei duri, regalandoci un romanzo d'azione che incanta e trascina fino all'ultima pagina.

--------------------------------------------

NASO DI CANE
La storia livida, colorita, martellante, feroce, di quella guapperia perversa che è la camorra industrializzata dei nostri anni, con il suo bilancio secco di cadaveri, seminati senza risparmio per le strade di Napoli.

-------------------------------------------

IL VOMERESE
Il primo romanzo italiano sul terrorismo. Una spietata realtà umana fissata attraverso un'impeccabile macchina narrativa.

-------------------------------------------

L'AMICA DEGLI AMICI
La vicenda, che è il seguito diretto del fortunato Naso di cane, vede nuovamente protagonista Corrado Apicella, commissario della Squadra Mobile di Napoli, impegnato nel compito assai rischioso di sgominare le cosche malavitose della camorra. In trasferta a New York sulle tracce di Achille Ammirato, signore incontrastato del mercato della droga, 'emigrato' negli States per cercare nuovi sbocchi ai suoi traffici, Apicella si imbatte in una città-labirinto, che, come in un gioco di scatole cinesi, racchiude mille realtà e riserva mille inganni. Giungla d'asfalto, dove ogni giorno non si contano i morti ammazzati, la New York meridionalizzata degli italoamericani è una Babele di lingue: il regno dell' 'anglocafone' e degli altri ibridi slangs nati da quel crogiuolo di razze che è la Grande Mela. Attilio Veraldi maneggia da vero filologo questa scottante e sanguigna materia linguistica, conferendo un timbro inconfondibile al suo noir d'oltreoceano.

http://www.avaglianoeditore.it/

-------------------------------------------

THE HOUSE WITH A CLOCK IN ITS WALLS - LA CASA CON L'OROLOGIO NELLE PARETI
Autore: John Bellairs - Traduttore: Attilio Veraldi - Illustratore: Edward Gorey - Editore: Happyplanetbooks

John Bellairs vero maestro del romanzo gotico per ragazzi è da considerarsi un autore al di fuori da ogni schema commerciale del genere fantasy esoterico e frivolo. A lui si sono ispirati diversi autori incomprensibilmente più noti da tempo ma purtroppo senza mai citare la fonte di ispirazione nei molti anni trascorsi. Silenzi inaccettabili. Romanzo scritto negli anni 70 ambientato nell'America degli anni 50 carico di deliziosi dettagli dai quali sapientemente John Bellairs fa scaturire tutto il profumo e la bellezza del vivere quotidiano di quei tempi da attento osservatore autore o meglio artista. Bellairs è un autore che si lascia sin da subito irrimediabilmente amare. La diversità il suo punto di forza e chiave di lettura: nessun eroe lindo invincibile e perfetto ne diviene il protagonista. Creatore di personaggi straordinari per la loro umanità ma ancor più è nel disagio del vivere che rende disponibile il suo grande talento nella scrittura: inquietante e giocosa affidabile e rassicurante, indispensabile a chi ama quotidianamente l'immaginazione la bellezza e la voglia scrivere o illustrare per ragazzi.
Attilio Veraldi ha sapientemente tradotto il romanzo trovando soluzioni adorabili. Un libro da leggere illustrato dal grande e inimitabile illustratore Edward Gorey che ha sempre ispirato Tim Burton nelle sue produzioni e Burton cita instacabilmente. Come giusto che sia.

la-casa-con-lorologio
 
  

http://patriziarinaldi.altervista.org